Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Vertenza CMD, lunedì un presidio degli ex dipendenti di fronte alla Prefettura

Vertenza CMD, lunedì un presidio degli ex dipendenti di fronte alla Prefettura

Venerdì 3 maggio si è tenuto un incontro tra le organizzazioni sindacali e la CMD per discutere della vertenza in atto da mesi.

I sindacati e Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil hanno redatto una nota congiunta a seguito dell’incontro con la CMD “per discutere della vertenza in atto da mesi relativa alla stabilizzazione dei lavoratori precari in CMD”. La denuncia è in nome dei tanti lavoratori che “dopo tanta esperienza e professionalità si sono trovati senza reddito e senza speranze per il futuro loro e delle famiglie. Nei mesi scorsi i lavoratori avevano anche scritto al Ministro del Lavoro Di Maio, che aveva visitato lo stabilimento come simbolo dell’industria in Basilicata, ma senza risposte”, scrivono i sindacati regionali.

“La trattativa, nonostante le innumerevoli proposte sindacali volte alla stabilizzazione di tutti i lavoratori attraverso un cronoprogramma legato anche alle esigenze di mercato, si è interrotta per la chiusura inspiegabile da parte della Cmd sulla costruzione di un sistema solidaristico tra lavoratori, teso a superare l’ingiustizia della perdita salariale e occupazionale a partire da coloro che sono stati licenziati da ottobre 2018”, spiegano i sindacati, per cui il comportamento dell’azienda è “inaccettabile”. “Continueremo a mettere in campo tutte le iniziative sindacali e legali per evitare che l’ingiustizia, l’illegittimità e gli atti unilaterali perpetrati dalla Cmd non possano prevalere sui diritti e la dignità del lavoro”; e infatti è già stato annunciato un presidio sindacale, a partire da lunedì alle ore 11, da parte degli ex dipendenti CMD sotto la Prefettura, per chiedere l’intervento del Prefetto di Potenza.