Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Verona: 150 persone al corteo “No 194”

Verona: 150 persone al corteo “No 194”

C’erano poco meno di 150 persone oggi al corteo contro la legge 194 che garantisce la possibilità di aborto.

La Legge 194 è entrata in vigore il 22 maggio 1978. Grazie a lei, l’aborto è stato depenalizzato e disciplinato in modo che tutte le donne possano avervi accesso.

Come ogni anno, l’associazione pro-vita “No 194” ha organizzato il suo corteo per sostenere l’abrogazione di una legge che garantisce alle donne la possibilità di scegliere sul loro corpo.

La questione non ha lasciato indifferenti i membri della sinistra antagonista. In particolare, il gruppo femminista “Non una di meno” ha organizzato una contro-manifestazione a cui ha preso parte anche il politico Pippo Civati.

Sono scesi in strada con il corteo principale anche i militanti di Forza Nuova, senza simboli e bandiere. Come è stato sottolineato più volte, non era una “questione di partito”.

Luca Castellini, coordinatore Nord Italia di FN ha spiegato che è: “Inutile fare gli anti-abortisti da salotto  qui siamo in piazza per certificare la nostra idea con il “Comitato No 194″ assieme a famiglie, giovani e anziani. Mi domando dove siano Ivari Zelger, il ministro Fontana e lo stesso sindaco Sboarina”.
Per fortuna, il corteo si è svolto senza problemi di ordine pubblico. Le forze dell’ordine hanno provveduto a blindare il percorso dalla stazione di Porta Nuova all’attraversamento dipiazza Bra fino all’arrivo in piazza Nogara.