Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Venezia: contributo di accesso dal primo luglio 2020

Venezia: contributo di accesso dal primo luglio 2020

Dal primo luglio 2020 si pagherà il contributo di accesso a Venezia. Così è stato stabilito dalla giunta comunale.

L’assessore al Bilancio Michele Zunin ha spiegato che è “dettata da situazioni oggettive indipendenti dalla volontà di questa Amministrazione. Ci permetterà di procedere ancor più speditamente su tutta una serie di altri interventi che potranno così essere nel pieno della loro funzionalità già dal primo giorno di applicazione.”

Entro i primi mesi del 2020 sarà possibile acquistare il voucher per l’esenzione dal pagamento. Verrà inoltre sviluppato un sistema di riscossione web per il pagamento attraverso i diversi sistemi (carte di credito, Paypal, bonifico), e la rete di vendita sul territorio metropolitano e nelle province limitrofe.

Il Comune vuole arrivare alla prenotazione elettronica entro il 2022. Intanto, nel 2020 ci sarà un’introduzione graduale, con diversificazione giornaliera sulla base del sistema dei «bollini», da verde a nero a seconda delle giornate di minore o maggiore afflusso.

Zunin, inoltre, ha spiegato che la campagna: “si è incentrata sostanzialmente nell’ampliamento delle facoltà di riscossione diretta del contributo di accesso da parte del Comune di Venezia, legate però a una condivisione con i vettori di un’adeguata attività informativa verso i passeggeri, e alla definizione dell’attività di verifica del corretto adempimento agli obblighi tributari in capo ai singoli passeggeri; ora potremo dare piena e completa operatività alla disciplina del contributo d’accesso.

Venezia, grazie alla facoltà che le è stata riconosciuta dal legislatore, ha avuto la possibilità di impegnarsi per avviare un nuovo sistema che responsabilizzi quanti la vengono a visitare in giornata e lo facciano principalmente per goderne le bellezze”.