Sei in: Home > Edizioni Locali > Firenze > Valerio Fabiani e la disobbedienza civile annunciata

Valerio Fabiani e la disobbedienza civile annunciata

image_pdfimage_print

“La scelta di Leoluca Orlando, Dario Nardella e Luigi De Magistris, Sindaci di Palermo, Firenze e Napoli, non è disobbedienza, perché obbediscono alla Costituzione, la legge suprema sulla quale hanno giurato.

Il Decreto Salvini è razzista, discriminatorio e disumano e produrrà insicurezza. Esso è del tutto coerente con la crudeltà con la quale il Governo “fischietta” di fronte ad una nave che da 12 giorni è in mare con il suo carico di disperazione, esposta a freddo, venti e tempeste. 49 esseri umani, fra cui donne e bambini che stanno male abbandonati al loro destino, la cui unica colpa è quella di essere nati dalla parte sbagliata del mare.

Questa non è l’Italia, la sua storia, la sua civiltà. Questa gente non ci rappresenta e chi tace diventa complice.

Io sto con i sindaci e con l’Italia della solidarietà, l’unica in grado di garantire vera sicurezza per tutti”.

Sono queste le parole di Valerio Fabiani, membro della Direzione Regionale del Partito Democratico e componente del coordinamento dell’area Zingaretti in Toscana, sulla disobbedienza civile annunciata da alcuni sindaci.

Lascia un commento