Sei in: Home > Edizioni Locali > Aosta > Vaccino: Valle d’Aosta anticipa dosi a insegnanti e forze ordine

Vaccino: Valle d’Aosta anticipa dosi a insegnanti e forze ordine

 

– La Valle d’Aosta anticiperà la somministrazione del vaccino anti-Covid agli insegnanti e alle forze dell’ordine, rispetto a quanto previsto dalle indicazioni del ministero della Salute. Le vaccinazioni di queste due categorie, spiega all’ANSA l’assessore regionale alla Sanità, Roberto Barmasse, potrebbe cominciare “attorno al 17 gennaio, appena inizieremo i richiami per il personale sanitario”, che martedì prossimo terminerà di ricevere la prima dose.

Proprio martedì saranno esaurite le circa 2.300 dosi giunte finora ed è atteso l’arrivo di “una doppia dose di vaccini”, circa altre 2.300, “che ci farà arrivare, penso, alla fine di gennaio”, aggiunge l’assessore. Per questo, con il completamento della vaccinazione del personale sanitario che ha aderito (circa il 50% del totale) “dovremo allargare la campagna, per non fermarci e continuare a vaccinare”, anche se docenti e forze dell’ordine “in teoria non dovrebbero essere vaccinati nella fase 1”. Con questa scelta “cerchiamo di rivolgerci – sottolinea Barmasse – a quelle categorie che sono importanti dal punto di vista dell’attività sociale”, oltre a “quelle indicate nella prima fase: sanitari, dipendenti e ospiti delle microcomunità, ultraottantenni”.
“Buona notizia: le vaccinazioni contro il Covid-19 in Valle d’Aosta prossimamente per le Scuole”, ha scritto su twitter l’assessore all’Istruzione, Luciano Caveri. La Valle d’Aosta lunedì 11 gennaio riaprirà le scuole superiori al 50% in presenza e al 50% in Dad.
A livello percentuale, la campagna vaccinale della Valle d’Aosta “ieri ha superato il Piemonte e la provincia di Bolzano. Oggi, con 400 vaccinazioni in un giorno, supereremo la media nazionale”, anticipa il commissario dell’Usl, Angelo Michele Pescarmona.