Sei in: Home > Edizioni Locali > Cagliari > Vaccini: somministrazione a 2000 persone case riposo Oristano

Vaccini: somministrazione a 2000 persone case riposo Oristano

 

Le 1.080 nuove dosi di vaccino anti-Covid Pfizer-Biontech consegnate al Servizio di Farmacia della Assl di Oristano saranno utilizzate per la vaccinazione di operatori ed ospiti di comunità integrate per anziani e di riabilitazione, e fra i volontari 118. Lo annuncia la direttrice del Servizio di Igiene e sanità pubblica Maria Valentina Marras spiegando che dovranno essere somministrate in cinque giorni, fino a martedì.

Si andrà avanti perciò a ritmi serrati lavorando tutti i giorni, domenica compresa, come dall’inizio della campagna vaccinale.
L’obiettivo è quello di vaccinare entro le prossime settimane oltre duemila persone, fra personale e ospiti, nelle strutture residenziali socio-sanitarie e sociali per anziani e soggetti con problemi di salute mentale e dipendenze. Per fare questo, saranno operativi sul territorio quattro team – punti di vaccinazione mobile- composti da personale Assl che si recherà nelle strutture per immunizzare sia gli ospiti che il personale che vi lavora.
In provincia dovranno essere passate al setaccio 47 strutture, ad esclusione della Rsa di Milis e dell’Istituto Santa Maria Bambina, già prese in carico nelle scorse settimane.
Accanto a case di riposo e comunità d’accoglienza, che rappresentano al momento la priorità assoluta, si partirà anche con la somministrazione del vaccino ai volontari del 118 (gli operatori sanitari erano già stati immunizzati). La precedenza sarà data al personale impiegato nelle ambulanze, più esposto al rischio di un possibile contagio.
Infine, si procederà in questa tornata vaccinale a richiamare il personale sanitario che non ha potuto essere ancora immunizzato, i Centri fisioterapici ed il resto degli operatori Assl impiegati nella sede oristanese di via Carducci.
Nel frattempo sono stati conclusi i richiami – ovvero la somministrazione delle seconde dosi – agli operatori dell’Area socio-sanitario locale e alle altre categorie che avevano già ricevuto la prima dose (fra cui medici di guardia medica, di medicina generale, pediatri di libera scelta, personale della Casa di cura “Madonna del Rimedio”).
In provincia di Oristano il 98% del personale sanitario Assl, sia ospedaliero che territoriale, è già stato immunizzato. Il restante 2%, escluso finora per motivi di salute o impegni di altra natura, sarà vaccinato nei prossimi giorni.