ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Università: Regione contribuisce a costi iscrizione master

Trieste, 24 mag – La Regione Friuli Venezia Giulia conferma il
sostegno alla formazione post-laurea attraverso la concessione di
contributi destinati a ridurre i costi di iscrizione ai master
universitari di I e II livello offerti ai giovani neolaureati
dall’Università di Trieste, dall’Università di Udine, dai
Conservatori di musica e dalla Scuola Internazionale Superiore di
Studi Avanzati (Sissa). Lo ha affermato l’assessore regionale
all’Istruzione all’indomani della pubblicazione sul sito di
Ardis, l’Agenzia regionale per il diritto allo studio,
dell’avviso pubblico per l’abbattimento dei costi di
partecipazione a corsi di Alta formazione attivati nell’a.a.
2022/2023 dagli atenei del sistema universitario regionale.

Per la Regione, come ha spiegato l’assessore, investire in
conoscenza è una priorità e una scelta strategica.
L’intendimento, infatti, è promuovere politiche di alta
formazione con un triplice obiettivo: aiutare chi non ha
sufficienti mezzi, qualificare sempre di più la futura classe
dirigente del territorio regionale e, infine, rendere ancora più
attrattivo per giovani talenti il sistema Friuli Venezia Giulia.

Si tratta di un intervento che va di pari passo in maniera
organica con altri provvedimenti adottati in questi anni
dall’Amministrazione regionale, finalizzati a garantire il
diritto allo studio e a mettere ulteriormente in connessione
l’Alta formazione con le esigenze occupazionali del territorio.

L’ammontare del contributo corrisponde al 30 per cento del costo
di iscrizione al master, al corso di specializzazione o di
perfezionamento fino ad un massimo di 3 mila euro. L’intervento è
destinato, nel limite delle risorse finanziarie disponibili, agli
studenti con ISEE per prestazioni agevolate per il diritto allo
studio universitario non superiore a 30 mila euro.

Il finanziamento è rivolto anche a chi è già occupato, come ha
sottolineato l’esponente della Giunta. Una scelta, questa,
dettata dalla volontà di accentuare la competitività dei nostri
giovani e delle imprese.

La domanda deve essere compilata esclusivamente online attraverso
i portali delle istituzioni e il termine di chiusura di
presentazione delle richieste coincide con il termine fissato da
ciascun ateneo per l’iscrizione al master, corso di
specializzazione o di perfezionamento.

Il contributo verrà erogato alla fine del percorso formativo,
cioè a titolo di rimborso perché sarà necessario verificare il
conseguimento del titolo finale e la partecipazione in presenza
ad almeno il 70% delle ore di lezione.

Gli studenti comunitari e non comunitari, non residenti in
Italia, per il rilascio dell’Isee universitario parificato devono
rivolgersi esclusivamente ai CAF convenzionati.

La dotazione finanziaria complessiva messa a disposizione dalla
Regione ammonta a 260 mila euro.

I contributi non sono cumulabili con altre borse di studio o
contributi erogati da altri soggetti pubblici e/o privati.
Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi ad Ardis
http://www.ardiss.fvg.it/contenuti.php?view=news&id=10391&tipo=evi
denza o alle segreterie degli Atenei di appartenenza.
ARC/COM/gg