ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
giovedì 6 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Ucraina, incontro con il settore alberghiero per reperire posti per la prima accoglienza

Toti: “Fino ad oggi quasi 2 mila profughi presi in carico dal sistema sanitario ligure”

Genova. “Sono 294 i profughi presi in carico nella giornata di oggi nelle 4 province di liguri, 1897 in totale dall’ inizio dell’emergenza.

E da oggi sono attivi, dopo quello a Genova Brignole, anche gli Info Point di Savona e La Spezia mentre da domani partirà anche quello di Imperia.

Oggi all’Info Point di Brignole (fino alle ore 15) sono stati 50 gli ucraini presi in carico, con 49 i tamponi fatti mentre sono stati 32 gli ucraini assistiti a Villa Bombrini, con 17 vaccini effettuati.

Proprio sulla vaccinazione anti Covid, visto che la maggior parte di loro non è vaccinata, occorre fare un lavoro di sensibilizzazione, soprattutto in questa fase in cui la circolazione del virus è in leggera risalita”.

Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito all’accoglienza dei profughi ucraini in Liguria.

Intanto è pronta la bozza del bando per una prima accoglienza più diffusa oltre le strutture già attivate: “Nelle prossime ore – ha spiegato l’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone – ci sarà un incontro tra Protezione Civile, l’assessorato regionale al Turismo, Anci e il settore alberghiero per provare a reperire altre disponibilità per la prima accoglienza dei profughi.

Dopo quell’incontro, anche in base agli arrivi nei prossimi giorni, capiremo il reale rapporto tra richiesta e disponibilità.

I due bambini che invece sono in arrivo all’Ospedale Gaslini e che non hanno necessità di ricovero saranno ospitati con le loro famiglie presso la struttura di via Liri”.