Sei in: Home > Edizioni Locali > Palermo > Turista francese aggredito a Palermo dopo aver chiesto indicazioni

Turista francese aggredito a Palermo dopo aver chiesto indicazioni

image_pdfimage_print

Aveva chiesto indicazioni per rientrare nel suo b&b, dato che il cellulare aveva la batteria a terra, ma è finito nelle mani sbagliate. Un turista francese di 30 anni è stato picchiato e rapinato venerdì scorso nella zona di piazza Sant’Anna. Il giovane, con il volto tumefatto e sotto shock, è rientrato nella struttura ricettiva dove avrebbe dovuto passare la notte e ha chiamato la polizia.

“Il periodo è già abbastanza brutto – spiega  il titolare del b&b che ospitava il turista – e in più ci troviamo ad affrontare certe situazioni. Il giovane aveva pagato appena 30 euro per la stanza ma ci siamo ritrovati nella situazione di doverlo aiutare anche economicamente, visto che l’indomani aveva l’aereo che l’avrebbe riportato in Francia. Non è proprio un bel biglietto da visita per la città e questo mi fa male”.

La ricostruzione dei fatti

Secondo quanto ricostruito dopo la denuncia, il turista aveva raggiunto la zona di piazza Sant’Anna per cenare. Mentre tornava verso il b&b si sarebbe smarrito. Lo smartphone però si era scaricato e non aveva potuto consultare le mappe per ritrovare la strada. Quindi avrebbe chiesto informazioni a due uomini che, con le loro indicazioni, lo avrebbero condotto in un vicolo, lontano da occhi indiscreti.

Una volta lì lo avrebbero raggiunto e lo avrebbero preso a calci e pugni, rubandogli il portafogli dentro cui c’erano carte di credito, documenti e pochi spiccioli. Dopo la rapina il turista francese è riuscito a raggiungere la struttura ricettiva che si trova in zona via Roma. Poi l’intervento della polizia e dei sanitari del 118. “Aveva il volto insanguinato e tremava. E’ stato medicato e solo allora ha potuto sporgere denuncia”, aggiunge il gestore del b&b.

La polizia ha avviato le indagini, tornando la mattina successiva nel b&b per raccogliere qualche informazione e chiarire quale fosse il vicolo in cui il trentenne era stato portato dai due aggressori. Gli investigatori stanno passando al vaglio anche le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver ripreso i responsabili descritti come due uomini di 30-35 anni e dalla carnagione olivastra.