ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Turismo: Bini, complesso Aplis Ovaro è simbolo fiducia nel futuro

Inaugurato centro benessere in zona che fu colpita da tempesta
Vaia
Ovaro, 17 giu – “Il complesso di Aplis è un valore aggiunto
per tutta la Carnia, il frutto di un bel lavoro di squadra, al di
là dei campanilismi. Ed è anche un simbolo di tenacia e fiducia
nel futuro: tre anni fa la tempesta Vaia ha colpito duro in
queste zone. Dove prima c’erano 70 cm di fango, oggi sorge un
centro benessere, un gioiello che completa l’offerta turistica di
questo complesso alberghiero unico nel suo genere. Ora la sfida è
quella della promozione: da questo punto di vista, grazie al
lavoro della Regione e al nuovo claim “io sono Friuli Venezia
Giulia”, c’è stato un cambio di passo. Abbiamo un territorio
ricco di potenziale, è il momento di giocare con coraggio nella
‘Serie A’ del turismo”.

Questo il messaggio dell’Assessore regionale alle Attività
produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, che stamattina è
intervenuto all’inaugurazione del nuovo centro benessere e spa
dell’Hotel Aplis, nel comune di Ovaro.

Il complesso si colloca all’interno del Consorzio dei Boschi
Carnici, che riunisce 17 comuni della zona e gestisce una vasta
proprietà interessata da foreste produttive, boschi di
protezione, oltre ad alcune malghe e pascoli. In posizione
baricentrica rispetto al sistema dei comuni che formano il
Consorzio, il complesso paesaggistico di Aplis, attraverso il
recupero di immobili esistenti, si è strutturato quale elemento
di riferimento e supporto dell’offerta turistica dei Comuni della
Val Degano.

Nel suo intervento, che ha preceduto il taglio del nastro,
l’esponente della giunta ha ringraziato i gestori e tutti gli
imprenditori che nel periodo più duro della pandemia, quando il
futuro appariva incerto, hanno anteposto l’interesse della
comunità a quello personale. “La Regione è a fianco di chi crea
ricchezza nei territori – ha ribadito l’assessore Bini –
investendo e creando lavoro. Anche nel caso del complesso di
Aplis, la Regione non ha fatto mancare il proprio sostegno, con
investimenti importanti”.
A perfezionamento del complesso alberghiero e museale, edificati
sul sedime delle strutture originarie, gli amministratori hanno
pensato di valorizzare ulteriormente il compendio, dotandolo di
un “Centro benessere e Spa”, quale necessario completamento di
un’offerta turistica a 360 gradi. L’attuale assetto è frutto di
un recupero edilizio realizzato in lotti successivi, grazie a
importanti finanziamenti della Regione.
Inoltre, l’assessore Bini ha sottolineato che “in seguito ad una
attenta ristrutturazione messa in campo negli ultimi anni, oggi
Aplis è parte attiva di un vasto territorio, capace di
distinguersi per la forte vocazione al turismo sostenibile ed
esperienziale, offrendo al visitatore una vasta gamma di
possibilità, dall’escursionismo al wellness”.
ARC/Com/al