ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 17 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

TriesteClassica presenta il Festival Visioni, nel capoluogo giuliano e dintorni dal 7 al 17 luglio

Come poter espandere la nostra visione musicale per abbracciare una dimensione più ampia e valorizzare al contempo la Bellezza che la nostra magnifica Regione ci offre? Da questa domanda e da queste esigenze nasce “Visioni”, il Festival organizzato dall’Associazione TRIESTECLASSICA APS, in co-organizzazione con il Comune di Trieste, a Trieste e dintorni, dal 7 al 17 luglio di quest’anno. Il Festival 2022 aprirà molteplici finestre di riflessione culturale e darà, come di consueto, prevalente spazio alle giovani generazioni di artisti, attraverso fotografia, teatro, digital & visual art, multivisioni e, ovviamente, musica.
Il mosaico di eventi multidisciplinari proposti prenderà avvio il 7 luglio, presso la Sala Arturo Fittke (piazza Piccola, dietro al Municipio di Trieste), con l’inaugurazione della mostra di fotografie di Franco Toso dal titolo “Visioni”, che resterà aperta ogni giorno fino al 17 luglio. In tale occasione si esibirà Uendi Reka, giovane promessa del violino.
Il vero e proprio sipario del Festival si aprirà l’8 luglio nel Parco del Castello di Miramare, con Seasons, le stagioni di Vivaldi e Piazzolla affidate a Igor Zobin (fisarmonica) e al Quartetto Chagall, grazie ad un arrangiamento inedito accompagnato dalle multivisioni di Giovanni e Claudio Tuti.
Il giorno seguente, 9 luglio, alle ore 17.00 all’Auditorium del Museo Revoltella si potrà ascoltare il Sonas Duo, originario di Trieste e da anni stabilitosi in Irlanda, che proporrà un programma “operistico”, accompagnato da immagini storiche ed evocative, volto a far avvicinare anche i più giovani al mondo meraviglioso dell’opera. Seguirà, alle 21.15 a Muggia, presso il Parco di Muggia Vecchia, l’esibizione del Paul Klee 4et, con un irriverente accostamento: Johann Sebastian Bach e Philip Glass, nella meravigliosa cornice delle multivisioni predisposte da Giorgio Cividal.
Il Festival proseguirà poi domenica 10 luglio, alle ore 11.00, al Palazzo Gopcevic, con il Duo Rinchinova-Cobuzzi, flauto e chitarra. La sera, alle ore 21.00, il primo dei due eventi in collaborazione con “Trieste Estate”: gli “Elementi” proposti dal Quartetto Aires (quattro fisarmoniche) si potranno ascoltare negli spazi esterni della Biblioteca Quarantotti Gambini (San Giacomo).
Il weekend successivo inizierà con il secondo evento partner di “Trieste Estate”: il 15 luglio alle 21.00, nel Giardino del Museo Sartorio, si esibirà il Duo Incontra, violoncello e contrabbasso, in un vero e proprio viaggio sonoro tra chiarezza e oscurità.
Sabato 16 luglio torneremo all’Auditorium del Museo Revoltella, alle 17.00, per ascoltare il pianoforte di Luca Faldelli, deciso a condurci in un percorso musicale tra sinestesia e visione. La sera, alle 20.45, presso il Teatro Franco Basaglia, Teatro Rotondo APS presenterà, invece, “Le Eumenidi”, facendoci entrare nel mondo visionario degli dei!
Anche l’ultimo giorno, il 17 luglio, sarà ricco di eventi: alle ore 11.00, la viola e il pianoforte del Duo Acimovic risuoneranno a Palazzo Gopcevic, sulle orme di quei compositori che , nel Novecento, hanno deciso di esprimersi approfondendo il linguaggio della tradizione. L’evento conclusivo del Festival si terrà alle 21.15 presso la Chiesa Evangelica Luterana, con un’esperienza unica e indimenticabile: il violoncello di Kerem Aykal, risuonerà in un’atmosfera magica, creata dai giochi di luce sulle pareti e sugli ornamenti della location generati da centinaia di candele poste sul palco. Una visione che chiuderà un Festival volto a fornire nuovi spunti di ascolto e di riflessione.

Il Festival TRIESTECLASSICA 2022- Visioni è realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Pietro Pittini, della Fondazione Beneficentia Stiftung e del Comune di Duino Aurisina, nonché con il sostegno della Fondazione Filantropica Ananian. Si ringraziano tutti i partner dell’iniziativa.

Tutti gli eventi saranno ad ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti. È dunque consigliata la prenotazione: via email (info@triesteclassica.it), dal sito internet www.triesteclassica.it, su Eventbrite (www.bit.ly/TCV_book) oppure via telefono, SMS o Whatsapp al numero 3715219445.