Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Treviso: uccisa a pugni dal compagno, indagine archiviata

Treviso: uccisa a pugni dal compagno, indagine archiviata

Una donna a Treviso è stata uccisa a pugni dal compagno, ma l’indagine parte in ritardo e viene archiviata.

Il gip Bruno Casciarri ha deciso di archiviare l’indagine per omicidio preterintenzinale, a carico del compagno di Elda Tandura, Luca Furlan.

Ma facciamo un passo indietro, Elda Tandura, che per tutti era Gaia, aveva 66 anni e stava con un uomo violento. Il compagno la picchiava e la vessava continuamente.

Secondo il pubblico ministero Mara Giovanna De Donà, la donna sarebbe morta dopo essere caduata dalle scale. A spingerla, sarebbe stato lo stesso compagno. Furlan è stato condannato a 1 anno e 10 mesi per lesioni, minacce e tentata estorsione. Egli infatti, dopo averla spinta giù dalle scale l’avrebbe picchiata e l’avrebbe minacciata dicendo: “Se non mi dai 20 euro ti brucio”.

Tuttavia, dopo la morte della donna non ci saranno indagini e processi. Tutto è stato archiviato fin dall’inizio perché l’inchiesta è iniziata in ritardo.

Mentre la donna agonizzava in ospedale dopo la caduta, il fascicolo sulla sua indagine veniva passato da mistrato in magistrato, senza che nessuno lo aprisse e indagasse.

Appena il fascicolo è arrivato da De Donà, la pm ha provato a recuperare il tempo perso. Subito si è data da fare con il sequestro dell’appartamento della donna e richiedendo l’intervento dei Ris. Tuttavia, gli sforzi non sono bastati, il caso è stato archiviato.