Breaking News Streaming
Sei in: Home / Articoli / Tre operazioni antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Latina: due denunce e un arresto

Tre operazioni antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Latina: due denunce e un arresto

Sequestrati 120 grammi di bulbi di papavero essiccati e 19 pasticche di tramadolo, 24 grammi di marijuana e 19,25 grammi di cocaina

LATINA – Tre operazioni di successo dei carabinieri del Comando Provinciale di Latina nella lotta al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Oppioidi

Venerdì 3 agosto, infatti, i carabinieri della tenenza di Fondi hanno denunciato per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 38enne di origini indiane. L’uomo, a seguito di perquisizioni personale e domiciliare, aveva con sé 120 grammi di bulbi di papavero essiccati e 19 pasticche di tramadolo (oppioide sintetico). Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Marijuana

La seconda operazione è scattata a Minturno, dove, giovedì 2 agosto, i carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Formia hanno denunciato per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 23enne del posto. il predetto, a seguito di perquisizione personale e successivamente domiciliare, è stato trovato in possesso di due involucri in cellophane contenenti complessivamente 24 grammi di marijuana. Oltre alla sostanza stupefacente, i carabinieri hanno sequestrato 330 euro  e del materiale atto al confezionamento delle dosi.

Cocaina

infine, sabato 4 agosto, nel corso della nottata, sempre a Formia i militari del locale Norm-Aliquota Operativa hanno arrestato con l’accusa di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, un 36enne ed una 42enne, entrambi del posto. I militari dell’arma, in seguito a perquisizioni personali e domiciliari hanno rinvenuto 19,25 grammi di cocaina contenuta in un involucro di cellophane, oltre a due bilancini di precisione e altro materiale utilizzato per confezionare sostanza stupefacente, pronta per lo smercio. Tutto sequestrato. Gli arrestati sono stati condotti presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida