ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 10 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Testo unico sugli organi di garanzia, audizione con il commissario dell’istituto Jemolo

Testo unico sugli organi di garanzia, audizione con il commissario dell’istituto Jemolo

Apprezzamento per l’iniziativa legislativa, le proposte presentate da Gianluigi Pellegrino

L'ingresso della Pisana. 24/03/2022 – Con l’audizione dell’istituto regionale di studi giudici Jemolo, la commissione affari istituzionali de Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Sara Battisti, ha concluso il ciclo di consultazione sul testo unico in materia di organi di garanzia.

Il commissario straordinario dello Jemolo, Gianluigi Pellegrino, ha espresso apprezzamento “per l’iniziativa legislativa, che cerca di coordinare le autorità di garanzia, organismi che hanno un ruolo intermedio, non sono né politici ma amministrativi, ma hanno una particolare rilevanza, rappresentano una frontiera di modernità civica”.

“Il ruolo dell’istituto Jemolo – ha precisato – è quello di interlocutore, di ausilio, della Pubblica amministrazione, anche dei difensori civici. In particolare per quanto riguarda la camera di conciliazione in materia di servizi pubblici, istituita nel 2016 e oggi in fase di avvio con un periodo di sperimentazione. L’obiettivo, oltre che di ridurre il contenzioso, è anche il miglioramento dei servizi, grazie a uno strumento che, con rapidità, può mettere in luce gli eventuali disservizi. Questo è l’incrocio più diretto con il difensore civico, già ben normato dall’articolo 15 della proposta di legge. Proponiamo di inserire tra le funzioni del difensore civico la possibilità di indirizzare le parti verso la conciliazione, in maniera da rendere ancora più stretta la collaborazione”.  D’accordo anche Arcangela Galluzzo, direttrice dello Jemolo: “Con questa modifica – ha spiegato – si completa il quadro di collaborazione istituzionale”.

Indicazioni subito raccolte dal primo firmatario della proposta di legge, Devid Porrello (M5s): “Si tratta di osservazioni interessanti – ha dichiarato intervenendo nel dibattito – riportarle nel testo avrebbe la funzione di accentuare la collaborazione fra organi di garanzia e l’istituto”.

La presidente Battisti, prima di chiudere l’audizione ha fissato il termine di presentazione degli emendamenti e dei subemendamenti, rispettivamente al 7 e 6 aprile, alle ore 12. A cura dell’Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio