Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Terzo Valico, sciopero per la sicurezza

Terzo Valico, sciopero per la sicurezza

Sciopero, presidio e incontro in Prefettura, a Genova, per i lavoratori del Terzo Valico, dopo l’incidente sul lavoro avvenuto venerdì scorso in un cantiere in provincia di Alessandria, dove è morto un operaio, Egidio Martino, della ditta Edilmac: l’uomo è caduto in un pozzo dall’altezza di sei metri. “Vogliamo dare un segnale forte e chiaro – ha sottolineato Fabio Marante, Segretario Fillea Cgil – per il rispetto sulle norme di sicurezza perché è inaccettabile che nel 2018 si continui a morire di lavoro”. La protesta è stata indetta da Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil per chiedere maggiore sicurezza nei cantieri. “A perdere la vita è stato un lavoratore di una ditta in subappalto – ricorda Andrea Tafaria, segretario di Filca Cisl – che è volato in un pozzo. Attendiamo i risultati delle indagini da parte per capire se stava lavorando in sicurezza o no”.
Alle istituzioni i sindacati chiedono un maggiore coinvolgimento dei responsabili per la sicurezza e del personale di vigilanza perché ci siano effettivi controlli. “Questo è un cantiere dove il livello di sicurezza è alto – spiega Mirko Trapasso, segretario di Feneal Uil – ma questo non è sufficiente: chiediamo un maggiore impegno da parte del general contractor per dotarsi di strumenti sempre più efficaci”.

Lascia un commento