Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Tentata estorsione a Formia: due minorenni chiedono riscatto per cellulare rubato a coetanea

Tentata estorsione a Formia: due minorenni chiedono riscatto per cellulare rubato a coetanea

La Polizia ha denunciato a piede libero i ragazzi 

 

 

300 euro per restituire il cellulare rubato ad una loro coetanea. Due minorenni sono stati denunciati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Formia in stato di libertà per il reato di concorso in tentata estorsione. Le denunce, avviate nella serata di ieri, arrivano dalla Questura di Latina, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona. I ladruncoli dopo aver sottratto con l’inganno il telefonino di una ragazzina minorenne che si trovava in compagnia di alcune amiche alla Villa Comunale di Formia, hanno contattato la madre affinché consegnasse la somma di 300 euro per la riconsegna del cellulare. Addirittura i minori avrebbero concordato con il genitore della vittima il luogo dell’appuntamento.

A quel punto gli investigatori del Commissariato di Formia, dopo aver ricevuto la denuncia, hanno organizzato un servizio di appostamento nei pressi del luogo dell’appuntamento dove si sarebbe dovuto svolgere lo scambio, non perdendo mai di vista la donna in attesa del contatto. Mentre i due ladri riconsegnavano il cellulare, aspettando di ricevere il denaro, gli agenti sono intervenuti velocemente, bloccando in flagranza di reato i due ragazzi, i quali erano sprovvisti di documenti di identificazione. I minori allora sono stati condotti presso gli uffici del Commissariato di Formia e, dopo gli adempimenti di rito, affidati ai genitori, non prima di essere edotti del loro deferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma.