Sei in: Home > Edizione Nazionale > Tecnologia: piattaforme online e streaming, analisi di un successo annunciato

Tecnologia: piattaforme online e streaming, analisi di un successo annunciato

Il mondo delle piattaforme dedicate all’intrattenimento online è sempre più vasto e offre sempre più servizi ai propri utenti: lo streaming è una delle tecnologie che rendono possibile il costante aggiornamento di attività online, dai casinò digitali alle piattaforme dedicate allo riproduzione di contenuti on demand tra le più famose e utilizzate dagli utenti di tutto il mondo.

Streaming e intrattenimento: le piattaforme interessate da questa tecnologia

Come accennato, l’aggiornamento tecnologico è fondamentale per le piattaforme online che offrono intrattenimento: in particolare lo streaming è la tecnologia alla base di buona parte delle attività di questo genere. Uno dei settori in cui è più utilizzato è quello dei casinò online: intere sezioni di queste piattaforme digitali sono infatti dedicate all’offerta di giochi in diretta streaming, per interagire in tempo reale con croupier esperti e cimentarsi nei giochi più classici come roulette e blackjack ma anche adattamenti di programmi televisivi e quiz studiati appositamente per essere giocati online. Ma come orientarsi tra le varie piattaforme dedicate al gioco? La crescita esponenziale e il successo di queste attività hanno fatto sì che tali servizi siano aumentati anche numericamente: per valutare i migliori casinò online e, soprattutto, i più nuovi, è possibile avvalersi di appositi approfondimenti dedicati al confronto di tutti gli aspetti più rilevanti per scegliere a quale servizio affidarsi, dai titoli presenti nel catalogo giochi al servizio assistenza ai clienti, senza dimenticare la presenza di bonus e di vari metodi di pagamento. Un altro tipo di piattaforma che utilizza lo streaming è rappresentato da quelle dedicate ai servizi di condivisione di contenuti video e audio: entrambe le tipologie di contenuto, infatti, si prestano benissimo sia allo streaming on demand che a quello dal vivo. Servizi di streaming video come Amazon Prime Video, Netflix o il nostrano RaiPlay, oppure piattaforme di streaming audio come Spotify e Apple Music, infatti, sono ideali per venire incontro alle necessità degli utenti, anche dei più esigenti e attenti alle novità. Entrambe le tipologie di piattaforme (streaming audio e streaming video) sono note non solo per fornire ai propri iscritti cataloghi molto ricchi e costantemente aggiornati con grandi successi e contenuti di nicchia, da riprodurre on demand in base alle esigenze e alle preferenze degli utenti, ma anche per le proprie interfacce semplici, intuitive e al tempo stesso molto complete, perfettamente adattabili sia alla fruizione tramite computer che a quella ideataper i dispositivi mobili.

Streaming on demand o streaming in diretta? Tutte le differenze e le caratteristiche principali

Ma in cosa consiste esattamente lo streaming e quali caratteristiche lo rendono così importante per le piattaforme dedicate all’intrattenimento? L’aspetto più rilevante di questa tecnologia è la versatilità che la caratterizza: lo streaming consente infatti di accedere a contenuti di qualsiasi genere, sia audio che video, senza la necessità per gli utenti di scaricare sui propri dispositivi programmi specifici o i contenuti stessi, ma semplicemente rendendone possibile la riproduzione. Ciò avviene grazie alla trasmissione di informazioni da una fonte centrale ai dispositivi connessi in rete e permette di potervi accedere in maniera immediata: che si tratti di contenuti in diretta o di contenuti già conclusi, infatti, ottenere l’accesso grazie alle moderne connessioni internet ultraveloci è una questione di pochi minuti (e, nella maggior parte dei casi, secondi). La differenza principale tra i tipi di streaming riguarda quindi la modalità di fruizione dei contenuti: in diretta oppure on demand, “su richiesta”. Alla prima categoria appartengono tutte le trasmissioni in tempo reale, come quelle dei casinò online o delle dirette televisive riprodotte tramite canali digitali, mentre lo streaming on demand è quello che mette a disposizione degli utenti un catalogo tra cui scegliere titoli da vedere o ascoltare, come ad esempio gli episodi di un telefilm o i brani di un album musicale. Entrambe le modalità hanno i propri punti di forza, e in entrambi i casi la possibilità di accesso pressoché istantaneo ai contenuti rappresenta un notevole vantaggio per gli utenti.

Che si tratti di streaming dal vivo o on demand, in ogni caso, il mondo dell’intrattenimento non trae che benefici dall’implementazione di questa tecnologia, offrendo ai propri utenti contenuti e attività continuamente rinnovati e sempre più appetibili, molto spesso fruibili anche senza il bisogno di una connessione fissa grazie ai piani dati di dispositivi “smart” come smartphone e tablet.