Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Eventi > Tecniche di intervento ed opportunità offerte dal “Sismabonus”, evento ad Alessandria

Tecniche di intervento ed opportunità offerte dal “Sismabonus”, evento ad Alessandria

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Alessandria, con il patrocinio del Comune di Alessandria, di Confindustria Alessandria, di Anaci, di Ance Alessandria e dell’Ordine degli Architetti e PPC della Provincia di Alessandria, organizza lunedi’ 17 dicembre 2018, a Palazzo del Monferrato, in via San Lorenzo, 21, ad Alessandria,
alle ore 15:00, un convegno dal titolo”Valutazione del rischio sismico del patrimonio edilizio esistente: tecniche di intervento ed opportunità offerte dal Sismabonus”.
Superato il concetto, più amministrativo che tecnico, delle cosiddette “zone sismiche”, ad oggi nessun territorio può ritenersi esentato dal doversi preoccupare del tema del rischio sismico.
Con “rischio” si intende “l’eventualità di subire un danno connessa a circostanze più o meno prevedibili”.
Il terremoto è quell’evento imprevedibile i cui effetti disastrosi sugli edifici e sulle persone oggi possono essere mitigati adottando misure che migliorino la sicurezza degli edifici stessi.
Il terremoto in sé non uccide. Ciò che uccide è l’edificio, quando non è costruito in modo tale da resistere ad un evento sismico. In un Paese ad alto rischio come l’Italia, il grado di sicurezza della casa diventa, quindi, la prima cosa da conoscere e, laddove necessario, migliorare, attraverso adeguate misure antisismiche.
Ma non è solo la casa ad essere esposta al rischio sismico, ma tutto il patrimonio edilizio esistente, allargando il concetto di casa ai condomini delle nostre città, pensando al comparto produttivo con le proprie strutture industriali, senza dimenticare gli edifici pubblici che rivestono un ruolo strategico nella gestione delle emergenze ed un ruolo chiave nella società come nel caso delle scuole. Questo gli ingegneri lo sanno bene e hanno scelto di scendere in campo rispondendo ad un senso di responsabilità che la categoria deontologicamente sente nei confronti della collettività. Tale convegno vuole rappresentare un incentivo reale affinché si possa portare avanti un programma di “prevenzione attiva” nel nostro territorio. Un Paese più sicuro, dove il paesaggio è tutelato e il patrimonio difeso, è anche un Paese più competitivo e con maggiori potenzialità di crescita e sviluppo. Il convegno è poi esteso a tutta la cittadinanza che voglia approfondire queste tematiche: l’intento è quello di promuovere e diffondere una cultura della prevenzione e dare una risposta concreta alla necessità di tutela della sicurezza dei cittadini e del nostro patrimonio immobiliare e architettonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *