Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Stupro Viterbo, la difesa dei genitori del consigliere Casapound

Stupro Viterbo, la difesa dei genitori del consigliere Casapound

image_pdfimage_print

 

Emergono nuovi dettagli sulla violenza sessuale a Viterbo  ai danni di una donna di 36 anni per i quali sono stati arrestati due uomini, tra cui un consigliere comunale eletto con Casapound.

Il ‘Corriere della Sera’ riporta le parole dei genitori di Francesco Chiricozzi, il consigliere di Casapound arrestato. Questo il messaggio della mamma al giornalista sulle tracce dell’abitazione del ragazzo: “Attento, sa, io sono la mamma dello stupratore, stia lontano, potrebbe essere pericoloso”. E il padre: “Lo scriva pure, Francesco è caduto in una trappola”.

Il quotidiano fornisce anche ulteriori retroscena su quanto accaduto ai danni della donna di 36 anni: secondo il ‘Corriere della Sera’, se non avessero sequestrato il cellulare la sera stessa, il filmato della violenza sarebbe finita probabilmente in qualche chat. In una sequenza, il braccio destro della ragazza, giù stesa per terra da un pugno, viene alzato per constatare se lei sia in grado di difendersi. Il braccio, però, ricade come un corpo morto. E da lì inizierebbe la violenza sessuale.

Dopo i fatti di Viterbo, i due vicepresidenti del Consiglio Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono tornati a scontrarsi sul tema della castrazione chimica.

Salvini ha dichiarato su ‘Twitter’:

“Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l’immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti. Chiunque essi siano vanno puniti e curati”.

Questo, invece, il pensiero di Di Maio”:

“Non ci sto a prendere in giro i cittadini e le donne che hanno paura della violenza con il tema della castrazione chimica: per come è scritta si applicherebbe solo a casi meno gravi e sarebbe volontaria. Io e il M5s andremo avanti a raccontare la verità: non si possono fare facili slogan come fa Casapound, che poi si trova propri consiglieri coinvolti in un caso di violenza di gruppo”.