Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Studenti in fila alla Statale di Milano per il film su Cucchi

Studenti in fila alla Statale di Milano per il film su Cucchi

Acclamato dalla critica e dal pubblico, il film su Stefano Cucchi ha attirato anche gli studenti, che ieri hanno affrontato una lunga fila per assistere alla proiezione.

Ieri pomeriggio presso l’Università Statale di Milano era in programma la proiezione del film su Stefano Cucchi “Sulla mia pelle”. L’appuntamento ha attirato una folla di studenti che hanno dovuto affrontare una lunga fila per potersi aggiudicare un posto. Si trattava infatti di un evento d’eccezione. Organizzato dalla lista studentesca Unisì, in collaborazione con l’associazione Stefano Cucchi Onlus, l’iniziativa prevedeva anche un collegamento Skype con Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, e l’avvocato della famiglia, Fabio Anselmo. La proiezione era prevista nell’aula magna, capace di contenere 500 persone, ma in fila c’erano quasi mille studenti. Così il film è stato proiettato anche in un’altra aula dell’università.

Ilaria Cucchi, in collegamento Skype con gli studenti, ha detto che “oggi è in corso finalmente un processo vero. La verità è ormai emersa, è innegabile. E i responsabili sono finalmente chiamati ad assumersi la loro responsabilità”. “Non c’è nulla di inventato in questo film, solo la verità che ai nostri occhi è sempre apparsa chiara” ha aggiunto Ilaria, che dà anni si batte per far emergere la verità sulla morte del fratello. La donna che in questi anni non si è mai data per vinta ha esortato i ragazzi a non dimenticare la storia del fratello “per tutti gli altri ‘Stefano’, che sono tanti. Non bisogna abbandonarli mai per non lasciarli soli, perché diventi più difficile violarne i diritti”. “Siete fantastici, vi vogliamo bene” ha concluso Ilaria, tra gli applausi emozionati degli studenti.