Sei in: Home > Edizioni Locali > Striscioni neofascisti per Rastrelli

Striscioni neofascisti per Rastrelli

Fuori dal palazzo della Regione Campania è stato appeso uno striscione neofascista per Rastrelli.

Se già i saluti romani al funerale erano stati un problema, adesso sono arrivati gli striscioni. La morte di Antonio Rastrelli continua a destare polemiche varie.

Lo striscione appeso recita: “Il fascismo è etica!!! Camerata Rastrelli presente”. La notizia è stata diffusa dal sito di estrema destra Mare Nero con un post: “Questa notte, all’ingresso della presidenza della Regione Campania si è voluto ricordare il governatore galantuomo”.

Il post è firmato dai camerati e viene inneggiata una presunta etica di stampo fascista che avrebbe animato l’amministrazione Rastrelli.

Lo striscione è stato affisso sull’entrata laterale di Palazzo Santa Lucia. Le guardie giurate che prestavano servizio di notte non si sarebbero accorte di nulla.

Nel frattempo indaga la Digos, guidata da Francesco Licheri, che ha già provveduto ad inviare una informativa alla Procura su quanto avvenuto all’esterno della chiesa del Sacro cuore al corso Vittorio Emanuele.

Lì una trentina di persone, compreso l’assessore municipale Fabio Chiosi, hanno accolto la bara di Rastrelli facendo il saluto romano e gridando tre volte “Camerata Rastrelli, presente”.