Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Streeck: “l’euro nel lungo termine diventerà troppo costoso”

Streeck: “l’euro nel lungo termine diventerà troppo costoso”

Il sociologo tedesco Wolfgang Streeck ha affermato che nel lungo termine rimanere nell’euro sarebbe ancora più costoso che uscirne.

Il sociologo tedesco Wolfgang Streeck del Max Planck Institute, parlando della questione euro in un’intervista pubblicata su El Paìs, si è detto molto pessimista riguardo alle sorti della moneta unica.

“L’euro è stato un errore colossale. Uscire dall’euro sarà costoso a breve termine, ma a lungo termine sarebbe ancora più costoso continuare in esso. L’Europa meridionale ne esce molto influenzata dal piano dell’eurozona: l’euro è un regime monetario a favore della Germania e dei suoi esportatori. È un esperimento di autodistruzione: resta da vedere quando paesi come l’Italia e la Spagna se ne rendano conto. È un gold standard ancora più rigido di un secolo fa.

Non c’è modo di riprendersi da una profonda crisi e sgonfiare quelle gigantesche bolle con svalutazioni interne che impongono sempre più austerità, come Merkel ha prescritto a tutta l’Europa, se non sono accompagnate da una forte crescita, che non c’è; dall’inflazione, che non è prevista; o dalla ristrutturazione del debito, che la Merkel non permetterà. Senza tutto questo, sarebbe necessario accompagnare le svalutazioni interne con una svalutazione esterna, della moneta: con l’euro è impossibile. Dobbiamo rinazionalizzare la politica economica per avere una certa trazione.”