Sei in: Home > Edizioni Locali > Cagliari > Stop alla caccia al coniglio e moriglione nell’isola

Stop alla caccia al coniglio e moriglione nell’isola

 

Stop alla caccia al moriglione, alla pavoncella e al coniglio selvatico in Sardegna. E soddisfazione da parte del Gruppo intervento giuridico.
Il Comitato faunistico regionale, che si è riunito sotto la presidenza dell’assessore dell’Ambiente della Regione Gianni Lampis per integrare il calendario venatorio regionale sardo 2020/21 con la caccia alla pernice sarda alla lepre sarda, al coniglio selvatico, ha deciso a maggioranza di aprire la caccia a pernici e lepri nelle due giornate del 4 e dell’‪11 ottobre con un carniere potenziale di un esemplare per cacciatore per ogni giornata di caccia.
“Questo – spiega il Grig – sulla base di monitoraggi faunistici che non sono stati comunque consegnati ai componenti del Comitato. Monitoraggi faunistici già formalmente chiesti da parte del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus al pari del necessario parere Ispra (istanze del 23 settembre 2020)”.
Chiusura della caccia, invece, per il coniglio selvatico, la cui popolazione isolana risulta estremamente ridotta. Vietato puntare i fucili su moriglione e pavoncella. Per queste sue specie era stato presentato al Tar Sardegna un ricorso delle associazioni ambientaliste Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GrIG), Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.) e WWF Italia onlus.