Sei in: Home > Edizioni Locali > Video: squadra mobile arresta due italiani per detenzione ai fini di spaccio

Video: squadra mobile arresta due italiani per detenzione ai fini di spaccio

La Squadra Mobile della Questura di Roma ha tratto in arresto due cittadini italiani per detenzione ai fini di spaccio.

Ieri, durante un’operazione contro il crimine diffuso, la Squadra mobile di Roma ha arrestato due italiani per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Gli ultracinquantenni S.P. e D.G. sono entrambi volti noti alla giustizia.

Gli inquirenti hanno sequestrato 3,360 kg di cocaina purissima, pronta per essere rivenduta sulla piaccia di spaccio della borgata di Tor Bella Monaca.

Le forze dell’ordine inizialmente erano appostati in viale dell’Archeologia. Lì hanno notato die movimenti sospetti e hanno deciso di approfondire. I due spacciatori si aggiravano con un’auto intestata ad un prestanome.

Così gli inquirenti hanno pedinato in via Arnaldo Brandizzi i due spacciatori. Dopo averli pedinati senza sosta per quasi una giornata, le forze dell’ordine hanno deciso di intervenire.

Hanno bloccato l’auto sospetta, dopo aver visto gli spacciatori armeggiare con la plancia dei comandi e uscire con una bustina. Una volta fermati e perquisiti, i poliziotti hanno scoperto che in quella busta c’era un panetto di cocaina del peso di kg 1,130.

Perquisendo l’auto in modo più approfondito, è stato scoperto nell’alloggio dietro all’air-bag del passeggero un vano segreto. Il “cassetto” si poteva aprire solo con un sofisticato meccanismo magnetico ed elettronico, attivato da una precisa sequenza di pulsanti.

Al suo interno, erano conservati altri due pannetti di cocaina dal peso di 2,230 kg.

Anche le perquisizioni nelle case degli spacciatori sono state estremamente fruttuose. Sono stati trovati 10.000,00 euro, probabilmente i proventi dello spaccio, buste di plastica di dimensioni varie per confezionare la cocaina.

In seguito alle analisi di laboratorio, la cocaina sequestrata è risultata essere pura all’85%. 17.000 dosi pronte per essere messe sul mercato.

Adesso gli spacciatori sono in custodia cautelare nel Carcere di Regina Coeli.

 

image_pdfimage_print