Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Sisma in Molise, numerosi crolli ad Acquaviva e Palata

Sisma in Molise, numerosi crolli ad Acquaviva e Palata

La notte del 14 agosto il Molise è stato colpito da una scossa di terremoto che continua a causare danni. Il sisma ha danneggiato chiese e abitazioni private.

Alle 23:45 di martedì 14 agosto una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 ha colpito il Molise. L’epicentro è il comune di Palata, in provincia di Campobasso. La scossa è stata avvertita avvertito a Campobasso, Isernia e Termoli, dal Matese fino alla costa, ed è stata seguita da diverse scosse di assestamento. I danni causati dal movimento tellurico sono notevoli, con crolli che hanno interessato chiese ed abitazioni private. A Palata, ad esempio, è crollato il tetto di una residenza privata nei pressi del centro del paese. L’abitazione era chiusa e non abitata al momento del cedimento, perciò il tetto cadendo non ha causato feriti. Tuttavia, ha rotto arredi antichi, attrezzi ed altri oggetti presenti all’interno.

Altri danni si sono verificati nella periferia di Acquaviva Collecroce, dove è crollata una masseria in pietra. Anche la chiesa madre del paese, Santa Maria Ester, è stata interessata dai crolli. Il sindaco Francesco Trolio ha confermato i danni, constatando i problemi al solaio del monumento religioso, che hanno anche causato infiltrazioni d’acqua. “Piove proprio al centro della Chiesa. Ho già avuto un incontro con il Presidente della Regione Donato Toma sulle problematiche emerse in paese dopo il terremoto”, ha detto il primo cittadino. Infatti, il governatore Toma è giunto sul luogo ieri pomeriggio, per verificare i danni dei paesi nei pressi dell’epicentro sismico.