ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 10 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Sicurezza, la Polizia Locale sventa rapina a mano armata

È successo questa mattina a Sestri Ponente, quando intorno alle 12.15 la pattuglia motociclisti del Distretto 6 ha notato un’auto sospetta davanti alle poste di via Catalani. La pattuglia, incuriosita dalla vettura leggermente danneggiata e notata l’agitazione dei due occupanti al loro passare ha deciso di tornare indietro per accertamenti.

A conferma della giusta intuizione degli agenti della Polizia Locale i due occupanti dell’auto hanno deciso di darsi alla fuga a piedi ma sono stati raggiunti dopo un breve inseguimento.

Nel loro zaino sono stati trovati un fucile a canne mozze e una pistola con il numero di matricola abraso, mentre nell’auto sono stati trovati due caschi che -insieme alla presenza nelle vicinanze di due motocicli proventi di furto – danno adito all’ipotesi che i due volessero dileguarsi a bordo del mezzo una volta compiuto il colpo.

Nel veicolo è stato trovato anche del liquido che potrebbe essere cloroformio: la composizione è al vaglio degli investigatori. La macchina, invece, risulta intestata a un cittadino di nazionalità rumena residente a Firenze. I fermati sono due persone di origini napoletane con precedenti penali e la loro posizione è al vaglio della Procura della Repubblica.

Al momento sono in corse accertamenti sulle telecamere di videosorveglianza per verificare se i due aspiranti rapinatori stessero pianificando il colpo nei giorni precedenti.

«Interventi come quello di oggi – spiega l’assessore alla Sicurezza Sergio Gambino – sono la dimostrazione che il nostro corpo di Polizia Locale è ben addestrato, attento e pronto. Da pochi piccoli segnali hanno saputo cogliere un pericolo che da potenziale si sarebbe potuto trasformare in reale, soprattutto tenendo conto che oggi è giorno di pensioni. A loro, alle donne e agli uomini del nostro corpo di Polizia Locale, vanno i miei complimenti e la mia stima. E per la conclusione di questa vicenda, invece, attendo fiducioso il lavoro della magistratura».