Si gettano nel mare per salvare un bambino: muoiono annegate 11 persone in Egitto.

 

Undici persone sono morte annegate nel mare di una spiaggia di Alessandria in Egitto. La tragedia è avvenuta venerdì. I loro corpi sono stati recuperati dopo ore di ricerche. Secondo le ricostruzioni, i bagnanti sono scesi venerdì sulle spiagge egiziane malgrado il coronavirus, sfidando un ordine statale, quando alla vista di un bambino che minacciava di affogare nel mare, diverse persone sono saltate in acqua per salvarlo. Undici sarebbero annegati nel tentativo di salvarlo. A riferirlo il quotidiano egiziano Al-Ahram sabato. Le spiagge di Alessandria sono attualmente chiuse per prevenire la diffusione del coronavirus. Secondo i resoconti dei media locali, attualmente non ci sono bagnini. Molti residenti attualmente non hanno rispettato le norme a causa delle alte temperature e hanno continuato a scendere sulle spiagge. La spiaggia nel quartiere Al Ajami di Alessandria, è nota per le sue forti correnti. Negli ultimi anni, le autorità hanno ripetutamente bloccato la sezione di mare per un breve periodo a causa dell’annegamento delle persone.