ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 12 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Si finse un tassista e stuprò giovane inglese: condannato a 10 anni e 6 mesi

 I fatti risalgono al maggio del 2017

 

 

Un pregiudicato, Martino Biuso, si finse un tassista per dare un passaggio ad una giovane inglese di 23 anni e invece di portarla a casa accostò la vettura in una stradina di campagna, la violentò e le rubò il cellulare. La violenza risale al maggio del 2017 e finalmente il disoccupato è stato condannato dal tribunale di Palermo a 10 anni e 6 mesi di reclusione. Le accuse sono di sequestro di persona, rapina e violenza sessuale.

Nello specifico la giovane si era allontanata dalla comitiva dopo un litigio con le sue amiche. Camminava di sera in via Roma, forse con la testa ancora impegnata nella litigata con le compagne, quando ha visto l’auto con Biuso dentro e, scambiandolo per un tassista, è salita sedendosi dietro. La ragazza ha dato l’indirizzo di casa con tutte le buone intenzioni, ma l’uomo ha approfittato dell’equivoco, e l’ha portata in una zona isolata nei pressi del Forum per violentarla. La vittima è riuscita a chiamare la cugina al cellulare prima della violenza. Dopo gli abusi, privata del telefono, l’inglese è stata lasciata ferita per strada. Una guardia giurata l’ha soccorsa e portata alla polizia. Da lì sono partite le indagini, che hanno da subito individuato il responsabile.