Breaking News Streaming
Sei in: Home / Edizioni Locali / Ancona / Sfregia con acido e accoltella la fidanzata per gelosia: arrestato 32enne

Sfregia con acido e accoltella la fidanzata per gelosia: arrestato 32enne

L’aggressore è stato arrestato per tentato omicidio aggravato e con ogni probabilità gli verrà contestata anche la premeditazione

CIVITANOVA MARCHE – Nel tardo pomeriggio di ieri un 32enne macedone ha prima lanciato dell’acido contro la sua fidanzata, raggiunta all’occhio sinistro da parte del liquido corrosivo, e poi la ha ferita, accoltellandola all’addome e alla schiena. L’increscioso accaduto ha avuto luogo in Corso Vittorio Emanuele a Civitanova Marche. L’uomo è stato immediatamente bloccato e arrestato dalle forze dell’ordine con l’accusa di tentato omicidio, mentre la donna stata trasportata in ospedale.

L’aggressore, un bracciante agricolo, avrebbe agito perché accecato dalla gelosia: la sua fidanzata, 30enne romena, è una ballerina di night. L’uomo ha assalito la donna all’interno del ristorante ‘Tonno e Salmone’, in pieno centro, nel cui bagno si era rifugiata la donna. «Mi ha rovinato la vita, dovevo ammazzarla», avrebbe gridato davanti ad alcuni clienti del ristorante dopo aver colpito la vittima con due coltellate. Poco prima i due avevano avuto una violenta lite nei pressi di un sottopassaggio in via Indipendenza. Il 32enne aveva lanciato contro la donna dell’acido da una bottiglia. Lei non era riuscita a schivare completamente il liquido, parte del quale l’aveva raggiunta all’occhio. Poi era scappata e si era rifugiata, in lacrime, nel bagno del ristorante più vicino per sciacquarsi. Lì però il macedone, irregolare in Italia,  l’aveva raggiunta e accoltellata. Provvidenziale l’intervento di alcuni camerieri del locale che avrebbero ‘distratto’ l’aggressore permettendo agli agenti di polizia, arrivati subito, di bloccarlo e impedire che scappasse.

La vittima è stata trasportata subito in ospedale e operata d’urgenza all’ospedale per un’emorragia dovuta alle gravi ferite subite all’addome e alla parte alta della schiena dietro il collo. La donna ora non sarebbe in pericolo di vita grazie al buon esito dell’intervento chirurgico. Buone notizie anche per l’occhio e la vista, che non sembrerebbe compromessa.

Il 32enne è stato a lungo interrogato dagli agenti della Squadra Mobile di Macerata per ricostruire i fatti, la dinamica e il movente. A quanto pare i rapporti tra i due negli ultimi tempi sarebbero stati piuttosto burrascosi.

La donna che ha passato una notte tranquilla e sta meglio, non è stata sentita dagli agenti della Squadra Mobile, perchè ancora sotto effetto di farmaci e anestesia. I fidanzati, secondo gli investigatori, stavano insieme da oltre tre anni. Il 32enne l’aveva seguita in varie città d’Italia dove lei aveva lavorato in night club fino a Civitanova Marche: è stato arrestato per tentato omicidio aggravato e con ogni probabilità gli verrà contestata anche la premeditazione. «Volevo ucciderla», avrebbe ribadito ai poliziotti durante un lungo interrogatorio. Ora è stato trasferito nel carcere anconetano di Montacuto.