Sei in: Home > Articoli > Sport > Serie A: le varie ipotesi per la ripresa degli allenamenti individuali

Serie A: le varie ipotesi per la ripresa degli allenamenti individuali

image_pdfimage_print

E’ un discorso ipotetico, va premesso, serve solo per capirne la fattibilità. La domanda è: piuttosto che farlo nei parchi pubblici, sarebbe possibile svolgere allenamenti individuali all’interno dei centri sportivi di serie A rispettando le norme di sicurezza? Il parametro di base che per il calcolo è larghissimo: un’intera metà campo dedicata a un solo giocatore. calcolando le misure minime di un terreno di gioco regolamentare, parliamo di un’area di circa 3.000 metri quadri. Applichiamola ad alcuni centri d’allenamento dei club di A.

Serie A

Juventus

La Continassa, ad esempio ha 4 campi regolamentari a disposizione della prima squadra, composta da una rosa di 23 giocatori. dedicando ogni metà campo a un giocatore si potrebbero allenare contemporaneamente 8 calciatori su 4 campi, che divisi in tre ipotetici turni d’allenamento, con un vuoto orario per evitare contatti tra un gruppo e l’altro, farebbero 24 allenamenti individuali in una giornata. tutta la rosa.

Juve

Milan

Discorso ancora più semplice se parliamo del Milan. Milanello ha 6 campi, si potrebbero allenare dunque 12 giocatori contemporaneamente. in due turni il Milan completerebbe allenamenti individuali per tutti e 24 i suoi calciatori.

Milan-Inter

Roma

Gli spazi sono immensi, impensabili da trovare in un parco pubblico. Basta guardare dall’alto Trigoria: 3 campi regolamentari, 1 sintetico, 2 campi di calcio a otto a disposizione della prima squadra, potenzialmente sempre con lo stesso sistema 30 allenamenti individuali in una giornata. I tre esempi che si possono espandere praticamente a tutta la serie A: i 5 campi di Formello, gli 8 di Zingonia, i 6 di Casteldebole.

Roma e Lazio