Sei in: Home > Edizioni Locali > Scuola: emergenza cattedere in Toscana

Scuola: emergenza cattedere in Toscana

In alcune scuole italiane mancano i banchi, in quelle toscane mancano gli insegnanti di ruolo.

Le cattedre in Toscana in realtà ci sono, ma non ci sono gli insegnanti di ruolo. La denuncia della situazione arriva dai sindacati che devono proteggere gli interessi degli insegnanti che, dopo anni, sono riusciti ad entrare di ruolo ma non hanno la cattedra.

In particolare, i sindacati hanno spiegato che: “I dati in nostro possesso ci dicono che, a fronte di un contingente di circa 4.500 posti assegnati alla nostra regione per i ruoli dei docenti, le nomine effettuate risultano essere poco più di 1.800, pari ad una percentuale inferiore al 50% e inferiore anche alla percentuale nazionale.

Sarebbero rimasti non assegnati, quindi, circa 3.000 posti di ruolo che vanno ad aggiungersi al già cospicuo numero delle supplenze annuali richieste dai vari istituti scolastici e che sono necessarie a garantire il funzionamento del servizio e dell’offerta formativa.

“La situazione degli istituti scolastici della Toscana è sotto gli occhi di tutti e l’emergenza di cattedre da coprire (a partire da quelle del sostegno) si scarica sugli alunni e sulle loro famiglia. L’ufficio scolastico regionale, dopo ripetuti solleciti, ha dichiarato di essere in grado di fornirci i dati richiesti entro pochi giorni”.