Sei in: Home > Edizione Nazionale > Scoperto un nuovo reperto a Pompei

Scoperto un nuovo reperto a Pompei

Nel sito archeologico di Pompei è stato ritrovato un cavallo bardato pronto per combattere.

Massimo Osanna, direttore del parco archeologico, ha spiegato che: “È un reperto di rara importanza anche perché è collegato ad una ricca tenuta, prestigiosa come la villa dei Misteri, appartenuta ad comandante o un alto magistrato militare. Tutta l’area verrà scavata e restituita al pubblico”.

Nel 2019 verranno stanziati fondi per un valore complessivo di due milioni di euro “Uno per le indagini archeologiche un altro per l’esproprio dei terreni sui quali si dovrà scavare. Nei nostri laboratori gli esperti stanno ripulendo e studiando i finimenti del cavallo e i frammenti della straordinaria sella, con paramenti in legno e bronzo”.

Insieme a lui dovevano esserci altri esemplari, che però “fecero una fine atroce. Soffocati dalle ceneri che invasero l’ambiente o sopraffatti dallo choc termico all’arrivo della nube piroclastica di vapori bollenti”.

Non è la prima volta che si effettuano dei nuovi scavi all’interno della “Tenuta del Sauro bardato”.  La villa fu infatti oggetto di indagini ad inizio Novecento per poi essere nuovamente interrata.

Osanna ha concluso dicendo che: “Il nobile sauro  rappresenta una conferma alle nostre aspettative di ritrovamenti. Ce ne aspettiamo altri, di grande valore, in questa zona”.

Lascia un commento