Sei in: Home > Edizioni Locali > Sanremo: Casa della Donna contro Junior Cally

Sanremo: Casa della Donna contro Junior Cally

image_pdfimage_print

Le attiviste della Casa della Donna boicottano il Festival di Sanremo a causa del cantante Junior Cally e dei suoi testi sessisti.

Dopo le polemiche sul sessismo del presentatore Amadeus duranta la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo, arriva una nuova polemica.

Questa volta è contro il cantante Junior Cally. Il rapper, ospite del Festival, è stato giustamente criticato per il testo di una sua canzone del 2017, Strega.

La Casa della Donna di Pisa scrive su Facebook: “E se #Amadeus non bastava adesso c’è anche #JuniorCally! Ci uniamo a chi in queste ore sta protestando per l’inserimento di Junior Cally tra i partecipanti del Festival #SanRemo2020, cantante che nelle sue canzoni usa un linguaggio a dir poco violento e sessista. Consideriamo assolutamente inaccettabile che un servizio pubblico, come è la Rai, alimenti il maschilismo, il sessismo e la cultura della violenza invece di contrastarla in tutte le sue forme! È ora di farla finita! Invitiamo tutte e tutti ad inviare una email alla commissione parlamentare Rai a questo indirizzo com_rai@camera.it con il seguente testo:

Considero vergognoso che partecipi a Sanremo Junior Cally, un rapper per ragazzini/e che ha nel suo repertorio canzoni contenenti frasi come queste:

Lei si chiama Gioia, beve poi ingoia. Balla mezza nuda, dopo te la da. Si chiama Gioia, perché fa la tr*ia, sì, per la gioia di mamma e papà’. ‘Questa non sa cosa dice. Porca tro*a, quanto ca**o chiacchera? L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C’ho rivestito la maschera.

Ritengo che la RAI dovrebbe svolgere un ruolo importantissimo nel contrastare la violenza contro le donne. Ma quanto meno esigo possa evitare di fomentarla dando spazio a questi “cantanti”.”