Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Cultura > Sailing to Byzantium all’Università di Ankara

Sailing to Byzantium all’Università di Ankara

“Sailing to Byzantium. Insular and Coastal Urban Spaces in the Medieval Mediterranean” è il titolo del seminario svoltosi venerdì 9 novembre, alla Bilkent University di Ankara.

Nato da un lungo e fruttuoso dialogo scientifico fra istituzioni accademiche e ricercatori provenienti dalla Turchia, dall’Italia e da altre regioni Europee, il seminario intende proporre un approccio interdisciplinare volto ad analizzare lo sviluppo dei mondi insulari e delle realtà costiere del Mediterraneo medievale, ovvero in un’epoca critica che vide la cosiddetta transizione dal Mare Nostrum unificato Romano a un Grande Mare diviso fra diverse culture e religioni.
In particolare, si vuole da un lato sottolineare il mantenimento del ruolo strategico dei contesti insulari troppo spesso liquidati come periferie frontaliere o come luoghi di accesi confronti militari; dall’altro si cerca di esaltare la continuità e la resilienza di spazi urbani costieri e insulari come luoghi privilegiati di incontri, scambi e conseguentemente di contaminazioni fra diverse realtà politiche e culturali.
Il workshop è patrocinato dall’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul e dall’Ambasciata Italiana in Turchia in collaborazione con docenti provenienti da due atenei Italiani: Salvatore Cosentino (Università di Bologna) e Enrico Zanini (Università di Siena). Le loro relazioni sono state seguite da quelle di altri ricercatori e studiosi provenienti tanto dalla Bilkent University che dalla Hacettepe University. La partecipazione è stata aperta non solo a studiosi e studenti, ma anche e principalmente a un pubblico non-accademico ma comunque interessato a tematiche che hanno tuttora rilievo nella costruzione di uno spazio Mediterraneo condiviso.