Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma, trafugati 20 sampietrini dedicati a vittime della Shoah

Roma, trafugati 20 sampietrini dedicati a vittime della Shoah

image_pdfimage_print

Sampietrini commemorativi rubati stanotte nella centralissima via Madonna dei Monti

 

Divelte dal selciato 20 pietre d’inciampo commemorative, dedicate alle vittime dell’olocausto, in via Madonna dei Monti a Roma. Precisamente intitolate alle famiglie ebree Di Castro e Di Consiglio e poste davanti ai portoni per ricordare le anime innocenti deportate da quei palazzi. Lo sfregio è stato denunciato da Adachiara Zevi, presidente dell’Associazione culturale Arte e Memoria e curatrice del progetto “Pietre d’inciampo a Roma”. “E’ un attacco inaudito di fascismo e di antisemitismo fatto da gente che non scherza e purtroppo un governo come quello che abbiamo, che aizza all’odio per il diverso, legittima questi atti”, ha denunciato Zevi, “E’ a rischio la nostra democrazia, sono stravolta, è una cosa inenarrabile”.

Le pietre d’inciampo di via Madonna dei Monti erano state finanziate dalla Comunità ebraica di Roma, e commissionate da una testimone, Giulia Spizzichino, sopravvissuta alla Shoah e scomparsa nel 2016. A Roma sono stati collocati circa 200 sampietrini commemorativi, e purtroppo non è un episodio di vandalismo isolato quello di questa notte. Nel febbraio 2014 in via Urbana venne rubata la pietra in memoria di Don Pappagallo, il sacerdote che si impegnò per proteggere e assistere i perseguitati dal regime nazi-fascista. Nel 2012 divelte le pietre d’inciampo dedicate alle sorelle Spizzichino, vittime della Shoah.

“E’ un furto inaccettabile – ha spiegato la sindaca Raggi – un gesto che condanno con forza e profonda indignazione. La memoria esige rispetto”. Intanto, sono in corso i rilievi tecnici da parte dei Carabinieri che stanno indagando sulla vicenda.

Lascia un commento