Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma: niente fondi per la metro, autisti rallentate

Roma: niente fondi per la metro, autisti rallentate

L’Atac non ha fondi per la metro, così chiede agli autisti di rallentare.

A Roma la situazione mezzi pubblici è sempre più critica. In particolare, adesso si parla di metro. Dopo i bus fantasma e quelli esplisivi, adesso tocca a lei.

Sì, perché non ci sono più fondi per la manutenzione dei binari. Quindi che si fa? Si rallenta. Già, adesso nelle gallerie c’è il limite di 30 kilometri all’ora.

Ci sono delle tratte più usurate di altre, in cui questa precauzione è essenziale. Tra queste tra Lepanto e Flaminio. Così come tra San Giovanni – Manzoni e tra Vittorio Emanuele e la stazione Termini. A 50 chilometri orari infine, tra San Giovanni e Re di Roma.

Se già i mezzi erano lenti, adesso saranno dei braidipi. I sandacati hanno spiegato la situazione più nel dettaglio.

“Le tabelle vengono aggiornate periodicamente nei tratti più a rischio, in attese delle sostituzioni, si procede con l’abbassamento dei limiti di velocità che in genere è tra i 50 e i 60 chilometri orari. La procedura è standard ma sono mesi che riceviamo ordini e aggiornamenti sui limiti di velocità perché non vengono sostituiti i binari “.

Impossibile non chiedersi dove siano i 40 milioni recuperati da Tronca per la manutenzione straordinaria della metro A. Già nel 2015, veniva considerato molto urgente.

Adesso si spera nei fondi che il Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti dovrà sbloccare a giorni.