Sei in: Home > Archivio > Roma: mercoledì via al processo al clan degli Spada

Roma: mercoledì via al processo al clan degli Spada

Mercoledì inizierà il processo al clan degli Spada.

Tra i capi d’accusa per la famiglia Spada ci sono associazione a delinquere di stampo mafioso. Per questa ragioni, mercoledì si troveranno alla sbarra in un’aula bunker nel carcere di Rebibbia.

Mercoledì gli imputati saranno 27. Ce ne sono altri 5 però, personaggi minori nell’organizzazione, che subiranno un processo ordinario.

Tra gli imputati ci saranno il boss Carmine, detto Romoletto, il cugino Armando e il fratello Roberto. sì, si tratta di quello che diede la testata al giornalista di Nemo Daniele Piervincenzi.

Sarà la terza Corte d’assise a valutare le prove a disposizione dei Pm Mario Palazzi e Ilaria Calò. Ci sono centinaia di intercettazioni telefoniche e dichiarazione di almeno cinque collaboratori di giustizia.

In questo modo è stato possibilie “delineare in modo puntuale e convergente la storia degli ultimi 10 anni dell’organizzazione criminale che fa capo alla famiglia Spada a Ostia come associazione di tipo mafioso”.

In questo modo, il gip simonetta D’Alessandro il 25 gennaio ha firmato un’rdinanza di custodia cautelare in carcere per 32 persone.

Si legge che “il  progetto criminale era finalizzato a rimarcare con metodi tipicamente mafiosi un vero e proprio controllo del territorio”

Carmine Spada sarà sul banco degli imputati come “capo, promotore e vertice dell’organizzazione, responsabile di impartire ordini e direttive in ordine al controllo del territorio, ai fatti di sangue, alla gestione delle attività delittuose di estorsione, usura, traffico di stupefacenti e detenzione e porto di armi da sparo”.