Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Roma, maxi rogo impianto di rifiuti sulla Salaria. Comune: “tenere finestre chiuse”

Roma, maxi rogo impianto di rifiuti sulla Salaria. Comune: “tenere finestre chiuse”

Allarme diossina: attivate le centraline ISPRA per il monitoraggio

 

Maxi incendio questa mattina all’alba, alle ore 4:15 circa, in via Salaria 981 a Roma. Le fiamme hanno avvolto lo stabilimento di trattamento dei rifiuti dell’Ama. Al lavoro 12 squadre dei Vigili del Fuoco, in totale con 40 uomini, e l’intervento nell’impianto di trattamento meccanico-biologico (Tmb) è ancora in corso. Fanno sapere i vigili che il rogo è sotto controllo, ma le operazioni di spegnimento saranno ancora lunghe.

Dalla centrale si è alzata una densa nube di fumo, ben visibile da tutta la città, e il Campidoglio invita i cittadini a rispettare alcune norme di sicurezza: “chiudere le finestre laddove si percepisce odore, ma soprattutto evitare attività all’aria aperta ed evitare di consumare prodotti colti nell’area circostante all’incendio”. Il forte e acre odore ha ormai raggiunto tutte le abitazioni circostanti e l’Arpa è al lavoro per monitorare la qualità dell’aria. E’ stata attivata una cabina di regia permanente tra il Comune, la Regione e gli enti coinvolti “per valutare le azioni da mettere in campo ed eventuali rischi per la popolazione”, come ha dichiarato l’assessore comunale all’Ambiente, Pinuccia Montanari. Le prime misurazioni raccolte da Arpa Lazio, nelle tre centraline vicine al Tmb Salario, non hanno registrato valori fuori norma per quanto riguarda l’inquinamento dell’aria.

“Siamo rinchiusi in casa con le finestre chiuse”, dichiara il presidente del Comitato di quartiere Nuovo Salario. “Non possiamo andare al lavoro e ci dobbiamo muovere con le mascherine. C’è molta rabbia per quello che stiamo passando”, e aggiunge: “Abbiamo un documento dell’Arpa Lazio che chiede la chiusura del Tmb. Non sappiamo come muoverci, ci sono elicotteri che ci sorvolano sulla testa costantemente. Siamo in uno stato di agitazione e non ci hanno dato indicazioni”.

Intanto la preoccupazione del Campidoglio verte anche sullo smaltimento dei rifiuti per i prossimi giorni e per le festività natalizie. La Sindaca Raggi dichiara preoccupata: “Voglio lanciare un appello a tutte le città del Lazio e alle altre regioni affinché collaborino in questo momento, soprattutto alla vigilia di Natale, per risolvere temporaneamente e nel minor tempo possibile questa situazione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *