Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma: il treno con i rifiuti non partirà più

Roma: il treno con i rifiuti non partirà più

image_pdfimage_print

Il treno con i rifiuti, fermo ormai da mesi a Nuovo Salario, non partirà più.

Alla fine, il treno che trasportava 700 tonnellate di rifiuti, ormai fermo allo smistamento a Nuovo Salario, non partirà più per la Germania.

“Nulla osta da parte di Ama a riprendere in carico i rifiuti nello stesso impianto di partenza, procedendo a lavorarli direttamente nel proprio Tmb”.

Questa è la nota diffusa il 24 luglio dalla Regione alla municipializzazione. Vi è inoltre un altro passaggio poco chiaro. “E conferendo analogo quantitativo all’impianto Tmb del Colari”.

Si tratta dell’impianto di Malagrotta. Non si capisce però se a Malagrotta andranno 700 tonnellate o 350, la metà. A questo punto, la società Enki, inviando una notifica il 9 agosto, fa sapere che il trasferimento avverrà il 16 agosto.

Quel giorno, il carico di rifiuti tornerà al Tmb Salario. A questo punto come si muoverà il consorzio Colari? Sembra che si prenderà 50 tonnellate al giorno, in più, a partire dal 12 agosto ” previa comunicazione del programma dei conferimenti ” .

In base al contratto vigente ora, i due Tmb Colari di Malagrotta ricevono circa 1200 tonnellate di rifiuti al giorno dalla municipalizzata.

Insomma, una situazione non sostenibile.  A questo punto è intervenuto Giovanni Caudo,presidente del III Municipio.

“Dal 1 agosto e fino al 31 è in corso una rilevazione su base volontaria ma con criteri rigorosi. Su un modulo, adottato già in Toscana e in Emilia Romagna, chi vuole annoterà il luogo, l’orario, l’intensità dei miasmi e i disagi che questi provocano, per esempio mal di testa, bruciori alla gola. All’inizio di settembre decideremo il da farsi”.