Sei in: Home > Edizione Nazionale > Roma, evade dai domiciliari per fuggire dalla fidanzata: «Troppe liti con la mia compagna, voglio andare in galera»

Roma, evade dai domiciliari per fuggire dalla fidanzata: «Troppe liti con la mia compagna, voglio andare in galera»

image_pdfimage_print

29enne ai domiciliari per spaccio si presenta in caserma per andare in galera

 

Ha preferito tornare in galera piuttosto che stare in casa con la compagna troppo ‘pressante’. Un ragazzo di 29 anni, disoccupato e ai domiciliari per spaccio, si è fatto arrestare dai Carabinieri della stazione San Basilio, a Roma, con l’accusa di evasione. L’uomo era ricercato dalle forze dell’ordine poiché, dopo un controllo nella mattinata di ieri, non era stato rintracciato in casa, da dove si era dileguato senza alcuna autorizzazione dopo l’ennesima lite animata con la sua convivente. Di sua spontanea volontà ieri sera il 29enne si è presentato in caserma, chiedendo espressamente di essere arrestato. Il motivo?  Non voleva più stare a casa per i continui litigi con la compagna, dunque ha preferito il carcere. Il ‘pover’uomo’ è stato dunque trattenuto in caserma, fino al rito direttissimo, dove il suo arresto è stato convalidato e la sua disperata richiesta è stata accontentata: ora si trova in carcere a Rebibbia.