Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma, droga in astuccio delle Winx. Arrestato un Casamonica

Roma, droga in astuccio delle Winx. Arrestato un Casamonica

Dall’appartamento occupato alla Romanina dirigeva centrale della droga

 

Pietro Casamonica, appartenente al noto clan di etnia sinti, è stato arrestato nella periferia est di Roma. Aveva messo in piedi una centrale dello spaccio nell’appartamento che occupava abusivamente. Il covo era in via Rolando Vignali, tra Cinecittà e Anagnina. Oltre a lui, sono stati arrestati due uomini, accusati di aver agito da sentinelle nell’androne del palazzo. I due, comodamente seduti su divani di vimini, vigilavano su chi entrava e usciva.

Da diversi giorni era nota l’attività dello spaccio agli agenti del commissariato della Romanina, che avevano iniziato ad osservare i movimenti dei tre uomini e le modalità di vendita della droga. Gli agenti, entrando nel palazzo di via Vignali, hanno ignorato le vedette e sono saliti nell’appartamento. Bussando alla porta con il classico “Polizia” hanno allarmato Casamonica, che ha buttato dalla finestra un astuccio delle Winx. Una delle sentinelle, come da copione, ha raccolto l’oggetto e l’ha nascosto dietro un condizionatore. I poliziotti, che si aspettavano queste mosse, hanno fatto scattare il blitz. Dentro l’astuccio sono stati trovati più di 30 grammi di cocaina, quasi tutta divisa in singole dosi, alcuni grammi di hashish e marijuana, oltre ad un bilancino.

I tre sono stati arrestati per concorso nello spaccio e la pena per due di loro, compreso Pietro Casamonica, è stata fissata a 3 anni e 8 mesi.