Breaking News Streaming
Sei in: Home / Edizioni Locali / Roma, differenziata porta a porta nel caos ai Parioli e San Lorenzo

Roma, differenziata porta a porta nel caos ai Parioli e San Lorenzo

Disservizi nel II Municipio per la differenziata lanciata dalla Raggi a settembre e non ancora andata  a regime

 

Gli esercenti delle attività commerciali lamentano un grave disservizio nel sistema di raccolta dei rifiuti. Il quadro più critico arriva dalle zone di Parioli, Nomentano e San Lorenzo. I negozianti non sanno come smaltire la spazzatura, e di conseguenza la abbandonano fuori dai cassonetti stradali, dedicati alle utenze domestiche, già sovraccarichi.

Il nuovo modello di smaltimento porta a porta, con i piccoli bidoni e i sacchetti microchippati, è stato avviato con grandi aspettative a settembre dalla Raggi e dal Presidente Ama, Lorenzo Bagnacani, ma ancora deve andare a regime. Diverse riunioni con i municipi si sono svolte in questi giorni per definire le esigenze di ogni singolo territorio che riguardano l’emergenza rifiuti. Al nuovo servizio porta a porta, non ancora pienamente in funzione, dovrebbero sopperire delle società private che hanno vinto il bando ad ottobre. Quattro ditte di raccolta che si sono spartite 16 lotti raggruppati in tre aree, ognuna con orari specifici di ritiro per un valore di 131 milioni di euro. La situazione di fatto rimane critica e l’immondizia si sta accumulando per strada invece di essere smaltita nel modo adeguato.

“Ogni giorno trasmettiamo ad Ama oltre 50 segnalazioni di gravi disagi soprattutto di utenze non domestiche. Dal Comune tante dichiarazioni ma nessun fatto” incalza l’assessore all’Ambiente del municipio II, “Si richiede quante sono le utenze attive sul municipio II, quali sono le modalità della nuova cooperativa che gestisce tali utenze e come si intende procedere al fine di rendere tale servizio il più efficiente possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *