ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 30 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Roma, crolla il controsoffitto: asilo nido chiuso a Centocelle

Una brutta sorpresa al rientro a scuola.

Succede a Centocelle, in via delle Resede, nell’asilo nido “L’isola che non c’è”. Durante il maltempo dello scorso weekend un pannello del controsoffitto ha ceduto ed è crollato. La scoperta il giorno di riapertura della scuola, quindi bambini a casa, genitori arrabbiatati e scuola chiusa fino a data da definire. 

Il danno

A cedere il controsoffitto di un’aula, posta al primo piano, a causa delle pesanti infiltrazioni di acqua. Dopo la chiusura dell’edificio sono scattati subito i sopralluoghi degli uffici tecnici del V municipio per effettuare tutti gli accertamenti strutturali del caso.

Oggi la Conferenza dei servizi

Prevista per oggi la Conferenza dei servizi a cui parteciperà anche l’assessore alla Scuola, Jessica Amadei, per definire tempi e modi della messa in sicurezza della classi. Giovanni Boccuzzi, presidente del parlamentino a Cinque Stelle, così si è espresso sui social: “Già da ieri tutti gli uffici stanno lavorando attivamente per consentire ai bambini di riprendere quanto prima l’attività didattica in un ambiente protetto e sicuro”. Una dichiarazione che non è stata gradita dai genitori dei piccoli.

L’ira dei genitori

Più voci di risposta si solo levate. Alcuni genitori hanno sottolineato di aver pagato il mese di settembre per un servizio scadente che mette in pericolo i piccoli. Boccuzzi ha tentato di calmare le acque, evidenziando che il pagamento del mese di settembre è dovuto, come da contratto sottoscritto, anche se non si usufruisce del servizio per tutto il mese. Risposta respinta dai genitori che hanno puntato l’attenzione sulla mancata sicurezza dell’edificio e sui mancati controlli prima della riapertura della scuola. Molti genitori hanno minacciato di ricorrere per vie legali dopo l’accaduto.