Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma cimitero del Verano, 110mila dosi di cocaina nascoste nei loculi: arrestato un marmista 42enne

Roma cimitero del Verano, 110mila dosi di cocaina nascoste nei loculi: arrestato un marmista 42enne

Trovata anche una pistola risultata rubata

 

 

Droga nascosta nei loculi del cimitero. E’ accaduto al Verano, ovvero il più grande camposanto della Capitale, dove la Polizia ha trovato una pistola rubata e quasi 110mila dosi di cocaina nascosti nei loculi. In manette è finito un marmista di 42 anni, romano per mano degli agenti della Sesta Sezione ‘Contrasto al crimine diffuso’ della Squadra Mobile.

Ieri pomeriggio una pattuglia aveva notato un’auto sfrecciare a forte velocità nel piazzale davanti al cimitero stesso, per poi entrare all’interno. Insospettiti, i poliziotti hanno seguito la macchina e, dopo una lunga attesa, l’auto è tornata e ha parcheggiato nell’area del Colle del Pincetto. A quel punto dalla vettura è sceso un uomo che è entrato in alcune cappelle funerarie dove, servendosi di una scala, ha iniziato ad armeggiare per rimuovere la pietra di chiusura. A quel punto sono intervenuti gli investigatori per immobilizzarlo ed hanno scoperto il contenuto celato dietro la lapide: contenitori di plastica contenenti diversi involucri di cocaina, per un peso complessivo di 1092 grammi che immessi sul mercato equivalgono a circa 110mila dosi, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente. Inoltre in una scatola in cartone c’erano una pistola risultata rubata e un caricatore rifornito di cartucce calibro 9 x 21.
L’uomo, marmista di professione, è stato tratto in arresto in flagranza per la detenzione dell’ingente quantitativo di stupefacente, nonché per la ricettazione e la detenzione illegale dell’arma e del munizionamento e associato presso la casa circondariale di Regina Coeli.