Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma: arrivano le condanne per gli aggressori del Roxy Bar

Roma: arrivano le condanne per gli aggressori del Roxy Bar

Finalmente sono stati condannati i membri del clan Casamonica e Di Silvio che avevano seminato il panico nel Roxy Bar alla Romanina.

Alfredo Di Silvio, il fratello Vincenzo e il nonno dei due sono stati condannati rispettivamente a 6 anni, a 5 anni e 8 mesi e a 2 anni e 8 mesi per il raid compiuto nel Roxy Bar lo scorso aprile.

La richiesta del Campidoglio di costiturisi parte civile è stata respinta perché tardiva. I due fratelli Di silvio sono accusati di lesioni e violenza privata, il nonno di minacce.

Non solo, c’è anche l’aggravante del metodo mafioso. Secondo quanto scoperto dalle indagini, Enrico Casamonica sarebbe tornato il giorno dopo l’aggressione al Roxy Bar. Egli avrebbe fatto il nome dei Casamonica, per convincere i proprietari a ritrattare quanto denunciato.

Peccato non sia stato ritrattato nulla e questo abbia solo aggravata la sua, già precaria, situazione. Domani stesso ci sarà un’altra udienza, sempre per il radi al Roxy Bar. Questa volta l’imputato è Antonio Casamonica, il quarto membro della famiglia coinvolto.

Egli è accusato di lesioni e violenza privata aggravate dal metodo mafioso, il quale ha scelto di essere processato con rito ordinario.