Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma: arriva lo sfratto anche per la casa famiglia per disabili

Roma: arriva lo sfratto anche per la casa famiglia per disabili

Dopo lo sfratto alla Casa delle Donne, adesso arriva anche quello per la casa famiglia destinata ai disabili.

Peccato che in questo caso ci sia una sottile differenza: il Comune non ha dato l’okay definitivo per il trasferimento in un altro stabile.

Così domani la casa famiglia “Alessandria”, gestita dalla cooperativa Gma, chiuderà i battenti. Tutti i loro ospiti, persone affette da sindrome di Down e da problemi psichici rimarranno senza una casa.

Giancarlo Cantagallo presidente della cooperativa ha spiegato che: “Il Comune non ha ancora dato l’ok definitivo per trasferire la casa famiglia nell’alloggio alternativo di via Goito concordato a luglio: nonostante l’impegno del direttore del dipartimento dei servizi sociali del Comune, la dottoressa Modafferi ancora non è arrivata l’autorizzazione definitiva per l’assegnazione dell’alloggio: è tutto pronto, manca solo questo atto. Chiediamo alla sindaca di sospendere lo sfratto e dare il tempo necessario per completare l’iter burocratico.

Non cerchiamo niente di gratis paghiamo un affitto e continueremo a pagarlo. Ci siamo perfino offerti di chiudere il debito che grava sulla precedente cooperativa. Speriamo di tenere unita questa famiglia che altrimenti sarebbe distrutta e chiediamo aiuto alla sindaca”.