Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma, 52enne trovata morta in casa con sacchetto di plastica in testa. Non si esclude ipotesi suicidio

Roma, 52enne trovata morta in casa con sacchetto di plastica in testa. Non si esclude ipotesi suicidio

In casa c’era anche il figlio che si trova agli arresti domiciliari

 

 

Macabra scoperta a Roma, dove una badante ha trovato la datrice di lavoro, di 52 anni, senza vita nel letto con una busta di plastica in testa. Accanto al corpo c’erano una bomboletta di gas da campeggio e una lettere di addio. Sul posto sono intervenuti gli agenti dei commissariati Esquilino e San Giovanni, oltre alla polizia scientifica per i rilievi del caso. E’ accaduto in appartamento di viale Manzoni, a Roma, intorno alle 15 di oggi. In casa c’era anche il figlio, che si trova agli arresti domiciliari. Secondo una prima ricostruzione, la donna avrebbe usato una bomboletta di gas da campeggio e la busta di plastica per togliersi la vita. L’ipotesi di suicidio è quella più accreditata per ora, ma non si esclude nessuna pista. Sul cadavere non sono stati trovati segni di violenza ma sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte.