Sei in: Home > Edizioni Locali > Bologna > Rimini: Due bande gestivano il mercato dello spaccio, 12 misure cautelari

Rimini: Due bande gestivano il mercato dello spaccio, 12 misure cautelari

Rimini: Due bande gestivano il mercato dello spaccio, 12 misure cautelari: 5 le persone arrestate

Due distinte bande collaboravano fra di loro per gestire il mercato dello spaccio nelle periferie e nell’entroterra Riminese. In particolare, in un periodo che va da gennaio ad ottobre 2017, esse avevano dato vita a oltre 2.000 cessioni di stupefacente a una trentina di clienti abituali.

Dunque, si tratta di un giro documentato attraverso appostamenti e intercettazioni telefoniche dai Carabinieri della compagnia di Rimini; i Militari all’alba di questa mattina hanno fatto scattare 12 misure cautelari di cui 11 in carcere e un obbligo di presentazione.

Gli accusati di spaccio di sostanze stupefacenti sono tutti tunisini, ad eccezione di un 40enne napoletano, di età compresa tra 29 e 39 anni. Uno di questi è morto nell’autunno 2017 in un incidente stradale accaduto a Ravenna. Cinque sono latitanti, quattro sono all’estero. Invece, altri cinque sono stati arrestati: quattro nel ravennate e uno a Villa Verucchio, nel Riminese.

I dodici agivano in due gruppi separati ma collaborativi tra loro; entrambi spacciavano principalmente eroina. Ultimamente avevano allargato il loro raggio di azione spostandosi anche nelle località costiere in provincia di Forlì-Cesena e di Ravenna.

I Carabinieri hanno ricostruito il loro legame anche attraverso il monitoraggio delle loro pagine Facebook, dalle quali risultava che si conoscevano e si frequentavano.