Sei in: Home > Edizioni Locali > Rifiuti: Roma è una discarica a cielo aperto

Rifiuti: Roma è una discarica a cielo aperto

image_pdfimage_print

La situazione rifiuti a Roma è scoraggiante. Da Balduina a Centocelle, ormai la città è una discarica.

Giovedì 4 ottobre, Lorenzo Bagnacani, presidente e ad di Ama aveva dichiarato che: “Da sabato tutto dovrebbe tornare alla normalità”.

Peccato che alla normalità non sia tornato nulla. Tutti i quartieri di Roma sono invasi dall’immondizia. Ponte di Nona, Centocelle, Balduina, Colli Portuensi.

Non si salva nulla. Roma è ormai una discarica a cielo aperto e le autorità che dovrebbero occuparsene non fanno nulla. Non solo il servizio viene erogato a singhiozzo, è stata anche sospesa la collaborazione con la coop 29 giugno.

Ciò rende ancora più difficle la raccolta dei rifiuti non domestici. Il 22 ottobre è stato indetto uno sciopero da Cgil, Cisl e Fiadel per la mancata approvazione del bilancio.

In questo modo, è stata bloccata l’assunzione di nuovo organico. Giovedì 18 ottobre si terrà un consiglio comunale. Il capogruppo dem Giuliano Pelonzi ha dichiarato che: “Chiediamo alla sindaca Virginia Raggi di rimuovere l’assessore e i responsabili di un disastro economico e ambientale che oltre ai disagi ai cittadini procura un danno d’immagine alla città di proporzioni enormi”.