Breaking News Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Riaperta la torre civica di Città di Castello dopo 13 anni

Riaperta la torre civica di Città di Castello dopo 13 anni

Dopo 13 anni di chiusura e un intervento di consolidamento da oltre 1 milione di euro, la torre civica di Città di Castello ha riaperto al pubblico.

La torre civica di Città di Castello, in provincia di Perugia, ha ritrovato stabilità, sicurezza e accessibilità, grazie ad un intervento di consolidamento da 1 milione e 335mila euro. Per 13 anni la torre è rimasta inaccessibile al pubblico, e ore riapre finalmente le porte ai visitatori. La torre è rinata anche grazie alla strumentazione all’avanguardia dell’Università di Perugia, che ha permesso l’installazione di strumenti hi-tech per monitorare in tempo reale le condizioni della struttura.

Il sindaco Luciano Bacchetta ha spiegato che con questo intervento “completiamo nel migliore dei modi il recupero di uno dei monumenti simbolo della città, restituendo ai tifernati e ai turisti la possibilità di tornare a godere come in passato della testimonianza storica rappresentata dalla torre e della meravigliosa vista alla sua sommità, grazie a un’operazione molto importante e molto seria che l’amministrazione comunale ha portato avanti nel rispetto del valore storico e affettivo di questo monumento”.

La torre civica, che la presidente della regione Catiuscia Marini ha definito un “simbolo della democrazia, della storia che appartiene alla comunità tifernate e alla nostra regione”, ha ricevuto la benedizione dal vescovo monsignor Domenico Cancian. L’accesso alla torre sarà gratuito e garantito in via sperimentale fino al 6 gennaio 2019, tutti i giorni dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15 alle 18. Resterà chiusa la mattina del 27 dicembre, del 31 dicembre e del 4 gennaio, il pomeriggio del 6 gennaio, e tutta la giornata del 1° gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *